Renato Ravanelli: F2i acquisisce sei impianti nuovi fotovoltaici

Lo scorso 23 marzo, F2i SGR, il principale fondo infrastrutturale italiano, ha completato l’acquisizione da Ardian di cinque società attive nel settore fotovoltaico con in dotazione un portafoglio di sei impianti dislocati in Emilia Romagna, Puglia e Sicilia.

Attualmente F2i, in joint venture paritetica col Gruppo Enel, è leader nel settore fotovoltaico attraverso EF Solare Italia, società che vanta una potenza installata complessiva di circa 400 MW. La nuova acquisizione del fondo amministrato da Renato Ravanelli potrebbe accrescere ulteriormente la dotazione di EF Solare. In una nota di F2i si legge infatti che “gli impianti acquisiti potranno successivamente essere apportati a EF Solare Italia SpA“.

Per l’operazione, finanziata da Banca IMI, F2i si è avvalsa della collaborazione degli advisor: Lazard (finanziario), Orrick (legale), EFSI/Moroni (tecnico), PWC (contabile), Studio Torresi (fiscale), Willis Tower Watson (assicurativo) e AON (polizza W&I).

Per maggiori dettagli, il comunicato di F2i è consultabile al seguente link:

http://www.f2isgr.it/f2isgr/allegati/comunicati_stampa/20180322_CS_F2i.pdf

Annunci

F2i completa il suo investimento nelle infrastrutture sociali

Il fondo amministrato da Renato Ravanelli ha concluso l’operazione di acquisizione di una quota del 37,3 di KOS da Ardian

F2i ha di recente annunciato il closing dell’operazione di acquisizione di una quota del 37,3% di KOS da Ardian, per un valore complessivo di 240 milioni di euro.

KOS è uno dei principali operatori nazionali del settore sociosanitario, e l’investimento di F2i rientra nella strategia del fondo infrastrutturale di investire, tra gli altri,come da statuto, anche nel comparto delle infrastrutture sociali, puntando alla maggiore diversificazione di portafoglio possibile, massimizzando il ritorno per gli investitori. Tra i principali sponsor di F2i, con una quota di circa il 14% vi sono Intesa Sanpaolo, Unicredit e Cdp. Il fondo amministrato da Renato Ravanelli può inoltre contare sull’apporto dello stesso fondo francese Ardian e di altri investitori, italiani ed esteri, tra cui CIC, NPS e il network delle Fondazioni bancarie.

A seguito della recente operazione, gli azionisti di riferimento di KOS sono CIR, con una quota del 62,7%, ed F2i Healthcare (37,3%), attualmente controllata da un consorzio guidato da F2i attraverso il suo Secondo Fondo.

Attualmente, il capitale di F2i Healthcare è aperto al possibile ingresso di un fondo sovrano estero. In questo senso, come riferito da una nota della società guidata da Renato Ravanelli, sarebbero già in corso discussioni in una fase avanzata.

Col nuovo assetto azionario, KOS ha nominato Presidente Carlo Michelini, attuale Direttore Generale e Responsabile del Team investimenti di F2i.

 

Il comunicato stampa di F2i – Fondi italiani per le infrastrutture SGR è disponibile sul sito della società al seguente collegamento:

http://www.f2isgr.it/f2isgr/allegati/comunicati_stampa/2016_05_17_F2i_KOS_CS.pdf